Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Consorzio Factory Grisù

9 Giugno
|Evento ricorrente (vedi tutto)

Un evento il 4 Maggio 2024 alle 5:00

Un evento il 5 Maggio 2024 alle 5:00

Un evento il 11 Maggio 2024 alle 5:00

Un evento il 25 Maggio 2024 alle 5:00

Un evento il 8 Giugno 2024 alle 5:00

Un evento il 9 Giugno 2024 alle 5:00

ESSERE O NON ESSERE: workshop, mostre e performance a Grisù

ESSERE O NON ESSERE, il digitale nell’arte. Il linguaggio artistico contemporaneo torna al Grisù.

Il Consorzio Factory Grisù, torna ad ospitare il linguaggio dell’arte contemporanea, inaugurando un ciclo di seminari e opere, che si interrogano su come l’universo digitale abbia influenzato il modo in cui viene percepito e rappresentato il corpo, la costruzione della propria identità, l’espressione dei sentimenti e le modalità di relazione.

PROGRAMMA
Sabato 27 aprile alle ore 10.30, workshop “Punto linea Superficie”, un dialogo sulla produzione e sulla circuitazione delle opere artistiche contemporanee.
Sabato 4 maggio:
– ore 10:30, la rassegna ospita Kamilia Kard, tra le più influenti digital artist odierne, che conduce il workshop “Doppi digitali. Movimento e gestualità nel metaverso”.
– ore 19:30, infatti, il piazzale di Factory Grisù ospita Organicoelettronico. Laboratorio di improvvisazione fisica e sonora con il lavoro Traiettorie.
– ore 21:00, performance “Toxic Garden, Dance Dance Dance”.
Domenica 5 maggio alle ore 21.00, performance “Male bianco” un lavoro liberamente ispirato a “Cecità” di J. Saramago.
Sabato 11 maggio:
– ore 10:30, Workshop condotto da Rita Bertoncini, sul Cinema del reale: un’occasione per interrogarsi sull’arte di raccontare e documentare le storie.
– ore 18:00, inaugurazione mostra “Memorie dal popolo. Emancipazione, partecipazione, educazione: le case del popolo a Ferrara prima e dopo il Fascismo.”
Sabato 25 maggio:
ore 10:30, Serpentine workshop. Laboratorio creativo sulla performance dal vivo.
– ore 21:00, Performance multimediale per voce e video.

Chiude la rassegna, l’8 e il 9 giugno, con l’esposizione Salmastro, a cura de Il mestiere delle arti.

La partecipazione è libera e gratuita su prenotazione: info@factorygrisu.it.
Per maggiori informazioni, consultare il seguente link

La rassegna, nata da un’idea del direttore artistico di Grisù Alessio Papa e grazie al sostegno del Consorzio e del suo presidente Alessandro Canella, prevede l’ingresso gratuito per  tutti gli eventi con prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail info@factorygrisu.it.

Sabato 27 e domenica 28 aprile la compagnia teatrale italo berlinese Welcome Project ha infatti presentato lo spettacolo “NEVER BE LONELY AGAIN”, lavoro dedicato alla relazione tra umano e intelligenza artificiale, accolto dal pubblico ferrarese con grande partecipazione e curiosità. Lo spettacolo è stato preceduto, sabato 27 aprile alle 10.30, dal workshop “PUNTO LINEA SUPERFICIE – dialogo sulla produzione e circuitazione dell’arte contemporanea”, appuntamento che ha visto presenti, oltre a un discreto numero di interessati e addetti ai lavori, anche un nutrito gruppo di giovani del Liceo Artistico “Dosso  Dossi” di Ferrara, che hanno preso parte attivamente alle tematiche e agli spunti offerti dalle conduttrici Sara Ricci (direttrice della galleria d’arte contemporanea La Zanzara) e Aurora Kellermann (direttrice artistica del Tatwerk Performative Forshung di Berlino. L’appuntamento è inserito nel “Public program 2024” di Make Together, un progetto promosso e cofinanziato dal Comune di Ferrara, con il contributo della Regione Emilia-Romagna. I partner attuatori sono: Basso Profilo, Consorzio Factory Grisù, Wunderkammer, Il Raggio Verde cooperativa sociale, Laboratorio Aperto – Ferrara.

Il prossimo sabato 4 maggio sarà invece interamente dedicato alla danza e all’improvvisazione fisica, con un fitto calendario di spettacoli e workshop. Si comincia con il workshop “DOPPI DIGITALI – movimento e gestualità nel metaverso” dalle 10.30 alle 13.30 condotto da Kamilia Kard, artista e docente la cui ricerca esplora come l’iperconnettività e le nuove forme di comunicazione online abbiano modificato e influenzato la percezione del corpo umano, della gestualità, dei sentimenti e delle emozioni. Il workshop mira alla creazione collettiva di una mappa di gioco con animazioni originali: un ambiente sociale online dove avatar NPC (Non-player character) eseguono gestualità e movimenti fino all’elaborazione di prototipi “emotes” animazioni che manifestano una specifica emozione.

Si prosegue, alle 19:30 sul piazzale, con il concerto danzato TRAIETTORIE a cura di Organicoelettronico, progetto ideato nel 2022 da Eugenio Squarcia (in arte Lucien Moreau) e Alessandra Fabbri, ambedue artisti multidisciplinari con un debole per la sperimentazione improvvisativa interdisciplinare. La performance, partendo dal rapporto del corpo umano con lo spazio e dal concetto di direzione nel movimento e nel suono, pone al centro la traiettoria, capace di trasformazioni che definiscono direzioni, andamenti e intenzioni sia in una composizione musicale  così come in una coreografia.

Alle 21:00 in sala macchine, andrà in scena la performance partecipativa “TOXIC GARDEN – Dance Dance Dance”  di Kamilia Kard. Un evento ibrido di nuova concezione, che si svolgerà sia in presenza sia on-line all’interno una mappa di Roblox, un metatarso nel quale gli avatar dei partecipanti danzeranno insieme, sincronizzandosi automaticamente ai movimenti dell’avatar dell’artista. Riflettendo sui comportamenti tossici dell’essere umano e ispirandosi alle difese delle piante velenose, Kamilia, insieme a quattro ballerine professioniste, ha immaginato una coreografia in grado di parlare, avvertire e in qualche modo reagire agli atteggiamenti manipolatori.

Fuori programma, ma non meno importante, l’appuntamento di domenica 5 aprile alle ore 19:00 in sala convitto con lo spettacolo teatrale “MALE BIANCO”. Un allestimento site-specific per le giovani attrici e i giovani attori del progetto teatrale Mondi (IM)possibili, curato da Officina Teatrale A-ctuar, accompagnati da elettronica generativa, sound design sperimentale e strumenti touch creata dal vivo da Lucien Moreau (Eugenio Squarcia). Male bianco affonda le mani nel male di vivere, riecheggiando ricordi e stati della pandemia che ci ha visti tutti coinvolti, in una esperienza collettiva globale. Ma lo spettacolo è soprattutto per i giovani in scena un canale attraverso il quale raccontare sé stessi, le proprie urgenze, lo stress della crescita, dell’inadeguatezza e della ricerca del proprio posto nell’universo adulto.

Conclude la giornata di domenica il concerto dei Progetto “GUMMI BEAR AUTOPSY”: alla voce Andrea Marangon, chitarra Oscar Bonandin, basso Giacomo Laurenti, batteria Mike Mandini. Il progetto nasce dall’ esigenza di costruire spettacoli riferiti alla scena rock degli anni 90: questa volta sono stato scelti i Red Hot Chili Pepper e  per l’occasione verrà presentato un repertorio di circa un’ ora e mezza il tutto accompagnato da un’ ambiziosa scenografia.

Una proposta culturale, quella portata avanti da Factory Grisù, che trova spazio all’interno del palcoscenico cittadino grazie alla sua forte vocazione ai linguaggi artistici contemporanei e grazie all’accoglienza e alla natura multidisciplinari dei suoi spazi, aperti e in costante dialogo con le realtà culturali del territorio e con i loro progetti.

Luogo

Consorzio Factory Grisù
via Poledrelli 21
Ferrara, Italia
+ Google Maps

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it