La Ferrara che dialoga: voci e volti dallo Scambio Linguistico2 minuti

Fotografare tutte le 205 persone che ne fanno parte ci sembrava troppo ma avrebbe dato la giusta dimensione dello Scambio Linguistico, primo progetto italiano rivolto non solo a studenti ma aperto a chiunque voglia “scambiare” la propria lingua conversando con una persona di diversa madrelingua. 95 italiani e 110 stranieri a coppie o in gruppi di 5-6 persone periodicamente si ritrovano a Ferrara. Dal miglioramento della lingua allo scoprire la bellezza di altre abitudini e culture il passo – ci ripetono tutti i partecipanti –  è stato brevissimo.

Si viaggia e si curiosa in Paesi diversi stando a casa e senza spendere un euro: la partecipazione infatti è totalmente gratuita. Un tutor segue i partecipanti, fa gli abbinamenti, è disponibile quando sorgono dubbi o incomprensioni; gli incontri consigliati sono dieci e fermo restando che si può interrompere quando si vuole, si richiede naturalmente serietà e rispetto. La conversazione passa dagli usi culinari alle abitudini della famiglia, dalle bellezze della natura ai problemi politici ed economici, dall’arte alla poesia, il tutto passeggiando nel sottomura, in un centro commerciale, fermandosi in un bar, insomma dove si vuole. Niente grammatica, verbi e compiti ma semplici chiacchierate, qualche dubbio, tanti sorrisi ma anche correzioni precise mentre si conversa e nei messaggi inviati.

La lingua più scambiata dopo l’italiano è l’inglese, a seguire spagnolo, francese, portoghese, arabo. L’età media degli stranieri è inferiore ai 30 anni mentre gli italiani sono in maggioranza nella fascia 40-50 anni. Quasi equivalente il numero di donne e uomini partecipanti.

Criticità? Certo. Alcuni italiani e stranieri hanno confessato che era la prima volta che uscivano con una persona di etnia diversa e si sentivano a disagio; molti avevano aspettative di livelli linguistici alti, un problema è stato anche far combaciare gli orari lasciati liberi dal lavoro. Dispiace, ai tutor, non avere potuto coinvolgere tutte le persone iscritte perché non sempre la domanda linguistica ha coinciso con l’offerta, ma le iscrizioni sono sempre aperte! Per info, chiarimenti e adesioni c’è il sito ufficiale www.imparareitaliano.org/io/scambio. Una bella pagina Facebook aggiorna sui momenti di incontro collettivi che vengono organizzati e sui gruppi formati. Scambio Linguistico è inserito quest’anno nel progetto “Un Mosaico di opportunità” con capofila l’associazione ferrarese “Dammi la mano – famiglie affidatarie e adottive”.

Questi sono alcuni dei protagonisti di questa incredibile esperienza, ritratti da Giacomo Brini. Scorri sulle foto per vedere la gallery.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*