Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

« Tutti gli Eventi

Libreria Libraccio Ferrara

2 Marzo 2019 ore 18:00 - 19:30

“Nel caso non mi riconoscessi”

Sabato 2 marzo

Ore 18

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

 

Francesca Capossele

Presenta

“Nel caso non mi riconoscessi”

(Playground)

 

Dialoga con l’autrice

Andrea Bergamini

Il romanzo muove dalla fuga di Alda, nel 1953,  poco prima delle nozze, verso la Germania orientale, lasciando alle spalle un silenzio e un mistero irrisolti fino alla caduta del Muro di Berlino nel 1989.

All’epoca Alda è una trentenne, laureata in matematica, che vive a Ferrara con i genitori. Ha vissuto un’adolescenza e una giovinezza piccolo borghesi, tra certezze politiche (è una giovane fascista convinta) e sogni di matrimoni e carriere improbabili,  interrotti dalla guerra che ha costretto la famiglia a sfollare dal centro della città verso la campagna. Ed è lì che conosce l’ufficiale tedesco Stephan Felder, di cui si innamora e con cui avrà una breve storia d’amore, prima della ritirata della Wehrmacht.

La loro relazione sembra chiudersi definitivamente con la fine della guerra, ma dopo qualche anno, Alda riceve una lettera dall’ex ufficiale Felder, nella quale le dice di essersi sistemato a Lipsia, nella casa dell’infanzia, e le lascia intendere di essere diventato un pezzo grosso del nuovo regime comunista della DDR. Presto, Stephan proporrà ad Alda di raggiungerlo, e di nascosto da tutti, in primo luogo dalla propria famiglia e dal promesso sposo italiano (un agente di polizia), Alda fugge nella Germania Orientale, dove ricomincerà una nuova vita con il nome di Carin Felder.

Alda attraversa quasi quarant’anni di regime comunista, raccontati magistralmente da Francesca Capossele, capace di ricostruire e mescolare il vissuto comune dei cittadini della DDR (la paura, le privazioni) e quello personale di Alda, l’italiana fuggita dall’Occidente (non per ragioni politiche, e forse nemmeno sentimentali), riuscendo a combinare la precisa descrizione dei meccanismi del regime comunista ma anche la rivolta di una donna che aveva rifiutato il destino assegnatole dalla sua appartenenza alla piccola borghesia e al genere femminile.

 

Francesca Capossele (1958)

Nata a Rovigo, vive e lavora a Ferrara. Ha esordito nel 2016 con 1972, finalista al Premio Modus Legendi.

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it