Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

« Tutti gli Eventi

Circolo Arci BlackStar

5 Dicembre 2019 ore 21:30 - 23:30

Il capolavoro di alan parker

Jimmy Rabbitte, giovane della classe operaia di Dublino, figlio d’un fanatico di Elvis, s’improvvisa manager del gruppo musicale “EEE” (“Vi ci vorrebbe una E” suggerisce sarcasticamente) composto da due amici, il bassista Derek e il chitarrista “Outspan” e un cantante/tastierista che Jimmy detesta. A un matrimonio incontra la bellissima voce d’un invitato, un controllore d’autobus di nome Declan “Deco” Cuffe, che si rivela particolarmente dotato. Jimmy decide che il gruppo suoni musica soul e, liquidato il cantante degli “EEE”, inizia la ricerca di nuovi membri, improvvisando un’audizione in casa, che straborda d’aspiranti artisti; tra loro, si presenta un misterioso Joey “Labbra” Fagan, che afferma d’avere suonato coi più grandi della musica. Nonostante non riesca mai a provare la veridicità delle sue collaborazioni, nessuno riesce a trovare controprove, ed è lui a dare il nome “The Commitments” al gruppo. A loro s’uniscono il sassofonista Dean, il batterista Billy, il pianista Stephen e tre piacenti e dotate coriste, Bernie, Nathalie e Imelda. In occasione del primo concerto s’unisce a loro una “guardia del corpo”, un certo Mickah Wallace, un pazzoide caratteriale.

I rapporti tra i membri del gruppo si rivelano contraddittori fin dall’inizio, tra simpatie e rivalità. È il caso di Billy e Deco, che non perdono occasione per lanciarsi frecciate; ad alimentare ciò s’aggiungono le scontrosità dei loro caratteri: Billy, per sua stessa ammissione, è in libertà vigilata dopo una rissa e Deco, oltre a dimostrarsi volgare e sboccato, non riscuote grandi simpatie, date le sue manie di protagonismo. Dopo i successi iniziali, la tensione tra i membri del gruppo sale sempre più, alimentata dalle loro gelosie e animosità, di pari passo alla fama raggiunta. Billy abbandona il gruppo e viene sostituito proprio da Mickah, le cui doti combattive si rivelano decisive in più occasioni, Joey “Labbra” ha doti di “stallone” che riversa sulle coriste innescando tra loro una gelosia fino ad allora inesistente o forse abilmente celata, Dean mostra troppo spesso il suo amore per il jazz contravvenendo alle regole di Jimmy che vuole il gruppo “a dieta stretta di soul” e, infine, Deco mostra insofferenza verso il gruppo e sembra volere intraprendere una carriera solista.

La promessa di Labbra di fare suonare il gruppo insieme a Wilson Pickett, promessa non mantenuta, (successivamente si scopre che questi arriva dopo l’esibizione) è la scintilla che scatena una rissa e il conseguente scioglimento del gruppo, proprio quando sta iniziando l’interesse della stampa e d’un discografico al gruppo. Jimmy s’allontana rabbioso e deluso nella notte, mentre i membri del gruppo continuano la lite nel locale.

Nel finale si scopre ciò che il destino ha riservato loro: Derek e “Outspan” finiscono musicisti di strada, Billy, dopo avere preso un calcio in testa da un cavallo, non è più sano di mente, Stephen diventa medico, Imelda sposa il gelosissimo fidanzato… Qualcuno però riesce a ottenere successo: Dean s’afferma nel campo del jazz, Bernie e Mickah sono cantanti solisti (la prima in un gruppo country, il secondo in un gruppo hard rock), infine sia Nathalie che Deco incidono dischi, con Deco che ha mantenuto atteggiamenti da protagonista. Jimmy si concede un’ultima “intervista” a un interlocutore immaginario, tra le tante nel film, accostando la sua esperienza ai primi versi della celebre canzone A Whiter Shade of Pale dei Procol Harum, oscuri e privi di senso come la vita stessa.

Luogo

Circolo Arci BlackStar
Via Ravenna, 104
Ferrara, Ferrara 44124 Italia

+ Google Maps

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it