Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Corso Ercole I d’Este

25 Ottobre - 26 Ottobre
|Evento ricorrente (vedi tutto)

Un evento il 24 Ottobre 2020 alle 05:00

Un evento il 25 Ottobre 2020 alle 05:00

Giornate FAI d’Autunno 2020

Ricordati di salvare l’Italia è lo slogan delle Giornate FAI d’Autunno 2020, che faranno scoprire agli Italiani più di mille tra gli infiniti luoghi di storia, bellezza, cultura sparsi lungo tutto lo Stivale.

Diversamente dal solito, l’edizione di quest’anno prevede lo svolgimento delle GFA in due fine settimana, sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre, per rispettare le misure connesse alla pandemia, ma nello stesso tempo consentire al maggior numero possibile di persone di visitare i luoghi eccezionali aperti a cura dei volontari del FAI.

Quattro sono i luoghi della Provincia aperti a cura della Delegazione di Ferrara e del gruppo FAI giovani di Ferrara.

A Ferrara il palazzo di Giulio d’Este in corso Ercole I d’Este, nel cuore dell’Addizione Erculea, sede della Prefettura, apre le porte dopo un lungo e complesso intervento di restauro e miglioramento sismico che restituisce interessanti novità sulle strutture dell’edificio. Sorto nell’ultimo decennio del quattrocento, il palazzo è noto soprattutto per essere stato la dimora di don Giulio, figlio del Duca Ercole I, giovane bellissimo quanto ribelle alle gerarchie familiari. Ma la visita svelerà la lunga storia del palazzo, i diversi momenti decorativi, e coglierà l’occasione per mettere l’accento su un altro illustre personaggio che qui ebbe la sua dimora per circa due anni, Carlo Gesualdo da Venosa. L’apertura straordinaria, nei giorni 17 e 18 ottobre, (fascia oraria 10-13|15-18), è resa possibile grazie alla concessione del Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, che ringraziamo per l’accoglienza; alla collaborazione della Provincia di Ferrara, che ha realizzato i lavori appena conclusi, e alla collaborazione dell’Associazione Bal’danza.

Il palazzo Trotti-Mosti, anch’esso lungo corso Ercole I d’Este, che ospita oggi la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara, sarà aperto nelle giornate del 24 e 25 ottobre, (fascia oraria 10-13|14-18). All’interno del palazzo si potranno ammirare splendidi soffitti e decorazioni della fase rinascimentale, e delle fasi di modifica successive, volute dalla famiglia Mosti, poi Trotti Mosti Estense, che ebbe in proprietà il complesso fino al 1915. Il palazzo fu abitato da Tancredi Trotti-Mosti, figura di spicco del Risorgimento, che nel 1848 diede vita al corpo dei Bersaglieri del Po per combattere contro le truppe austriache. Gli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Tecnico G.B. Aleotti saranno le guide eccezionali del percorso sul palazzo.

A Cento, le aperture riguardano il Santuario della Beata Vergine della Rocca, recente-mente restituita al culto dopo i lavori di restauro e miglioramento sismico conseguenti ai danni del sisma del maggio 2012. La chiesa, costruita ai primi del XVII secolo, fu ampliata e sostanzialmente modificata nell’Ottocento. Officiata dai Frati Cappuccini, deve il suo nome al fatto che conserva al suo interno l’affresco della fine del cinquecento, stac-cato dall’interno della Rocca, raffigurante Maria Vergine.

Le aperture straordinarie verranno effettuate nelle giornate di sabato 17 (fascia oraria 10-13|14-18) e domenica 18 ottobre solo nel pomeriggio (fascia oraria 14-18), a cura del Gruppo FAI Giovani di Ferrara, con la collaborazione del Comune di Cento.

A Comacchio si potrà ammirare la Chiesa di Santa Maria in Aula Regia, collegata al centro storico dal lungo e suggestivo portico seicentesco dei Cappuccini, del quale costi-tuisce il limite occidentale. Il Santuario occupa il sito di una chiesa già presente nel seco-lo X, ma l’attuale configurazione si deve agli interventi del 1665, quando la struttura pre-cedente venne ampliata ed aggiornata. La facciata risale invece al 1886. Sull’altare mag-giore è situata la statua in cotto che raffigura Maria Vergine, venerata con il titolo di San-ta Maria in aula Regia, protettrice di Comacchio. La visita, nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 ottobre, (

fascia oraria 10-13|15-18) è curata dai volontari FAI. E’ importante sapere che a causa del COVID è obbligatoria la prenotazione da eseguirsi online su FAI PRENOTAZIONI, aprendo la pagina dedicata alle GIORNATE FAI D’AUTUNNO. Nel percorso guidato bisogna indicare Ferrara e cliccare sul luogo o sui luoghi che si vogliono visitare; nella schermata successiva sarà possibile indicare giorno e orario di visita e numero di partecipanti, la prenotazione cumulativa è consentita per un massimo di quattro persone e i dati saranno quelli di chi fa materialmente la prenotazio-ne; sono consentiti accessi per gruppi di massimo 12 persone.

Per la visita è previsto un contributo volontario a partire da euro 3 per iscritti e non. E’ inutile dire che tutta la Delegazione FAI di Ferrara, il gruppo Giovani FAI di Ferrara e i volontari aspettano i visitatori con entusiasmo per questa complicata, quanto mai attesa, ripresa delle attività culturali dedicate alla nostra meravigliosa città e alla sua provincia.

Dettagli

Luogo

Corso Ercole I d’Este
Corso Ercole I d'Este
Ferrara, Italia

+ Google Maps

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it