Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

« Tutti gli Eventi

Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS

20 ottobre ore 18:30 - 23:00

“Everything that will be is already there”

IL COLLETTIVO CINETICO AL MEIS PER UNO SPETTACOLO SITE SPECIFIC
FIRMATO DAL COREOGRAFO ISRAELIANO SHARON FRIDMAN

 Dopo l’ottimo esordio con Saburo Teshigawara, la stagione di Danza 2018/2019 continua con il CollettivO CineticO di Francesca Pennini, compagnia residente del Teatro Comunale di Ferrara.

Sabato 20 ottobre la compagnia ferrarese presenterà al MEIS – Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, per un numero limitato di spettatori, uno spettacolo site-specific dal titolo Everything that will be is already there, ispirato a Dialogo Primo: Impatiens noli tangere, la coreografia interpretata dai performer cinetici che sarà poi presentata al Comunale. Protagonisti, nell’azione e nella creazione del site specific, saranno Simone Arganini, Margherita Elliot, Carmine Parise, Angelo Pedroni, Francesca Pennini e Giulio Santolini. L’evento è organizzato in collaborazione con il MEIS.

Sia Everything that will be is already there che Dialogo Primo: Impatiens noli tangere sono il risultato del progetto di collaborazione con Sharon Fridman che il CollettivO CineticO ha avviato in questa stagione. La compagnia ferrarese infatti ha affiancato Fridman, mettendo a confronto le caratteristiche di ironia e rigore che la contraddistinguono con la qualità estremamente fisica e insieme poetica del coreografo israeliano. L’invito rivolto a Fridman si inserisce in una progettualità che a partire da quest’anno vuole aprire la compagnia ad una serie di dialoghi con altri autori. Francesca Pennini ha scelto di invitare da un lato artisti noti, con un pensiero ed un segno coreografico diverso, a creare per la compagnia; e dall’altro giovani artisti della compagnia a creare un loro lavoro all’interno della fucina “cinetica”. Sharon Fridman è il primo invitato di quelli che saranno in tutto tre dialoghi.

Le parole di Francesca Pennini spiegano bene il senso di questa collaborazione:

«Ho conosciuto Sharon Fridman nel 2009 in occasione del progetto europeo Choreoroam organizzato da Operarestate Veneto in collaborazione con numerosi centri internazionali. Da quel momento è nata un forte amicizia dal punto di vista umano e una grande stima professionale. Del suo approccio mi interessa particolarmente come tratta la fisicità e l’emotività sulla scena. Lavora con la contact improvisation che è una tecnica non molto presente nei lavori del CollettivO, che fa parte della mia esperienza passata con Sasha Waltz ma che vorrei esplorare con le fisicità della tribù cinetica. L’approccio di Sharon alla fisicità ed anche il suo processo di creazione drammaturgico è molto lontano dal mio e il dialogo su cui avevo scommesso sta risultando a tutti gli effetti estremamente fertile ed interessante, una reale opportunità di crescita. Artisticamente è una sfida nel creare un organismo nuovo e terzo ad entrambi. Per me questa è una grandissima occasione per rimettermi in gioco anche nel ruolo di interprete, una condizione che trovo difficile e interessante e che avevo voglia di ritrovare in una diversa fase vitale».

Il site-specific Everything that will be is already there è in programma al Meis in cinque repliche, ai seguenti orari: 19.30, 20.20, 21.20, 22.20, 23.20. Ogni replica, della durata 25 minuti, è aperta a un massimo di 20 persone ciascuna. Il prezzo del biglietto intero è di 10 euro, ridotto 8 euro, in vendita in biglietteria e la sera stessa al Meis dalle 19.15.

Dettagli

Luogo

Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS
Via Piangipane, 81
Ferrara, 44121

+ Google Maps
Telefono:
0532 769137
Sito web:
meisweb.it

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it