Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

« Tutti gli Eventi

Centro Culturale A. Slavich

14 Novembre
|Evento ricorrente (vedi tutto)

Un evento il 14 Novembre 2020 alle 05:00

BONSAI – Festival di Microteatro 2020

BONSAI festival di microteatro
sabato
7 e sabato 14 novembre 2020
Centro Culturale Slavich, Ferrara
www.festivalbonsai.it/www.ferraraoff.it


Quarta edizione del Festival di microteatro Bonsai a Ferrara. Due sabati di teatro, performance, narrazione e danza in formato BONSAI. Otto spettacoli di quindici minuti, per trenta spettatori alla volta, negli spazi teatrali e non del Centro Culturale Slavich. Il microteatro mantienetutte le caratteristiche di un normale spettacolo, condensate nello spazio e nel tempo, esattamente come i bonsai rimangono veri e propri alberi, ma in miniatura.
Un’occasione perfetta per tornare a teatro in sicurezza, scoprendo in pochi minuti intime performance e ascoltando da vicino, anche se distanziati, storie, linguaggi, luoghi e culture differenti.

Quest’anno il Festival si sposta dalla tradizionale location del Quartiere Giardino, al Centro Culturale Slavich, fulcro di un’altra area cittadina, con l’obiettivo non solo di “innestare” nuovi processi culturali ma anche di tornare a vivere e socializzare all’interno di un centro di aggregazione, in fase di rigenerazione urbana.

BONSAI è organizzato dall’associazione culturale Ferrara Off, con il patrocinio del Comune di Ferrara e della Regione Emilia Romagna.

L’ingresso comprende quattro spettacoli a serata, ospiti negli spazi del Centro Culturale Slavich – Ferrara Off, Sonika/ Ultimo Baluardo e MusiJam. Nel rispetto delle norme sanitarie, i quattro spettacoli verranno replicati su due turni, il primo alle 19.30 ed il secondo alle 21.30. Ogni turno sarà diviso in due gruppi e sarà prenotabile online, sul sito www.ferraraoff.it.

Si ringrazia Píndoles Microteatre Fora del Teatre per la consueta collaborazione.

www.festivalbonsai.itbonsai@ferraraoff.it + 39 333 6282360

INGRESSI

Intero
15 € biglietto (compresa tessera associativa)
Soci Ferrara Off

12 €

under 30 e universitari
10 €  biglietto (compresa tessera associativa)

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA E PAGAMENTO ONLINE
dal sito www.ferraraoff.it

Tutti i luoghi del Festival sono facilmente accessibili con accompagnamento.

 


 


PROGRAMMA

SABATO 7 NOVEMBRE

  • CHASING (15’)
    danza contemporanea
    compagnia CollettivO CineticO
    con Simone Arganini
    concept, coreografia, sound e light design, interaction design e automazione Simone Arganini
    assistenza organizzativa Carmine Parise
    residenza artistica e supporto Teatro delle Briciole, CollettivO CineticO
    Commissione MMT Creative Lab con il sostegno di SIAE – classici d’oggi 2018-2019

Sul palco un uomo e la sua tecnologia. Un performer ed un software informatico che reagisce in tempo reale al movimento umano. A lato della scena, un faro motorizzato, una seconda presenza connessa e ribelle dal gusto fantascientifico. L’ambiente è sospeso. Lo spazio scuro, sensibile, potenziale. La routine di un uomo che proviene dal futuro?

Sabato 7 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

  • MARIA STUARDA (15’)

monologo

compagnia Teatro de LiNUTILE
con Marta Bettuolo
adattamento e regia Stefano Eros Macchi
costumi Rosaria Verdesca

Un confronto tra due regine, Maria Stuarda ed Elisabetta d’Inghilterra in un testo che sottolinea l’inconciliabilità di politica e morale. Da un lato Maria, che è amore, bellezza e moralità, dall’altro Elisabetta, che è politica, ipocrisia e trionfo apparente. Un dramma storico sull’accettazione totale del proprio destino.

Sabato 7 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

  • ORSÒLA E IL PESCIOLINO D’ORO (20’)
    teatro di figura

produzione ORTIKA
ideazione, regia, spazio scenico e marionette Alice Conti
disegno sonoro Dylan Alexander Lorimer
tecnica Matteo Maragno

Alla fine de “Il pesciolino d’oro” di Puškin, Orsòla, l’anziana moglie del pescatore, perde tutte le ricchezze ottenute. Durante una pesca miracolosa, una sorpresa farà nascere una relazione tra mondi lontanissimi. Una storia contemporanea di solidarietà e convivenza cantata da due marionette e un’attrice che ci ricordano che siamo tutti sulla stessa barca.

Sabato 7 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

  • UNA RADIO STRAORDINARIA (20’)
    racconto audio
    voce narrante Maria Paiato

tratto dal racconto “Una radio straordinaria” di John Cheever

produzione Ferrara Off

Jim e Irene Westcott sono due giovani coniugi borghesi ai quali si stravolge la vita per via dell’acquisto di una nuova radio che inaspettatamente permette di ascoltare i discorsi dei vicini senza essere scoperti. In questo racconto apparentemente improbabile, Cheever usa Irene per dare voce ai disagi e alle emozioni di un’intera classe sociale nel secolo più confuso della storia umana.

Sabato 7 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

SABATO 14 NOVEMBRE

5   AST (16’)
danza contemporanea
coreografia Daniele Bianco

con Daniele Bianco, Vincenzo Cappuccio
musiche Richard Chartier, Sigur Ros
costumi, scenografia e luci Daniele Bianco

AST parla di amore, una sensazione, un sentimento, una parola che ci allontana sempre di più gli uni dagli altri , eppure ci costringe ad avere esigenze comuni. Un amore che manca sempre e che nella maggior parte dei casi ci obbliga a viverne una ricerca costante, ossessiva che ci porta a sua volta a viverlo fuori sincrono o in solitudine. AST non si pone l’obiettivo di piacere ma il compito di creare un’atmosfera nella quale il pubblico può riflettere sul significato della parola Amore.

Sabato 14 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

  • EXPAT UNDERGROUND (15’)
    teatro comico
    con Cecilia Gragnani

di Cecilia Gragnani, Jvan Sica & Loredana de Michelis

supporto drammaturgico alla versione italiana Laura Pozone

regia Cecilia Gragnani & Katharina Reinthaller
animazioni Antimateria
compagnia Paper Smokers/Fumatori di Carta

Cecilia si trasferisce a Londra, eldorado contemporaneo, per provare a dare forma al futuro che ha in mente. Tra mille mestieri, incontri insoliti e la minaccia della Brexit, questa moderna emigrante si scontra con l’impresa titanica di voler realizzare i propri desideri, mentre il sogno europeo di una vita oltre i confini sembra lentamente svanire.

Sabato 14 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

  • FRAMMENTI DI ADA (16’)
    monologo
    di e con Elsa Bossi
    regia Piera Rossi
    costumi Monica Zucchelli

Raimonda e Gelosia sono due brani tratti dallo spettacolo Ada. La Solitaria, liberamente ispirato alle novelle Le Solitarie di Ada Negri. Intensi ritratti di donne dei primi del ‘900 ma di estrema attualità in cui la Negri parla di stupro, aborto, violenza di genere, non escludendo la dolcezza e la speranza di chi è alla ricerca del senso profondo della vita.

Sabato 14 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

 

  • AGILULFO E IL PALAFRENIERE (14’)

racconto audio
voce narrante Enrico Messina

tratto da Decameron di Giovanni Boccaccio

elaborazione testo e audio Enrico Messina

produzione Armamaxa

Boccaccio intinge la sua penna nell’intelligenza e compone un’opera di straordinaria attualità. Ecco perché il Decameron è un balsamo contro la stupidità e poiché questa è anche il cruccio della nostra epoca, la lettura di Boccaccio si può considerare un vaccino che prima o poi è il caso di praticare al nostro spirito. L’audio proposto è tratto dalla seconda novella della terza giornata del Decameron.

Sabato 14 novembre | primo turno ore 19.30, secondo turno 21.30

Dettagli

Luogo

Centro Culturale A. Slavich
Vial Alfonso d'Este 13
Ferrara, 44123

+ Google Maps

La redazione non è responsabile di eventuali inesattezze o variazioni nel programma degli eventi riportati. In caso di annullamento, variazione, modifica delle informazioni di un evento potete scrivere a eventi@filomagazine.it